Collane

Sotto la lente

Raccoglie testimonianze e reportage su popoli che vivono in aree critiche del pianeta, in regioni, normalmente dimenticate dai media, devastate da conflitti o immerse in situazioni socioeconomiche lesive della dignità. 

Romanzi Storici

L'intento della collana è quello di analizzare attraverso la narrativa, il romanzo per essere precisi, un'era fondamentale della storia dell'uomo: l'epoca moderna e quella contemporanea. Due grandi epoche storiche che rappresentano una fase lunga secoli, attraversata da conquiste filosofiche e scientifiche, sociali e di genere, ma anche da conflitti che hanno inciso profondamente il senso dell’attualità, il mondo contemporaneo, le evoluzioni del pensiero sia in senso etico che razionalistico.  

I Melograni

Collana di narrativa sociale contemporanea. Spesso con disincanto, ironia e sfacciataggine tratta di tempi quali l'immigrazione, lo sfruttamento, l'emarginazione...

 

FREGOLE e TRIESTINITA'

Tutto il mondo di Trieste, dalla Grammatica del dialetto agli albi illustrati! 

Piccole briciole di pane ci riportano a casa, verso luoghi familiari e antichi sapori. Le fiabe classiche tradotte, rivisitate e ambientate nella bella città di Trieste. 

Niente panico, siamo adulti

Niente panico, siamo adulti

Collana: FUORI COLLANA
Prezzo: 12.00 €   (Spedizione gratuita)
Aggiungi al carrello | Vai al carrello | Vai alla cassa

Impossibile non farsi prendere dal ritmo incalzante e dalla prorompente capacità di far ridere di questa storia che riflette due mondi paralleli: l'esistenza ai limiti dell'assurdo di una mamma di cinque figli in contrapposizione con la vita tranquilla e programmata della sorella, single e di dieci anni più giovane. 

La formula narrativa riesce ad accompagnarci ad intermittenza nelle vicende ora dell'una, ora dell'altra togliendoci il fiato e impedendoci di abbandonare la lettura, l'avventura inizia con questa irreale telefonata:

-Dovresti tenermi i bambini... ti prometto che sarà per pochissimo. -Stai scherzando?!? Se non fossi malauguratamente adulta mi metterei a piangere: Giulia sono cinque! Ringhio.Vorrei aggiungere anche che sono tremendamente ingestibili ma mi trattengo, ho un momento di esitazione, e proprio questo decreta la mia condanna. -Allora mi faccio viva io, forse anche domani! Dice lei senza darmi il tempo di replicare. -Aspetta, domani non poss... Giuli?... Giulia? Ho firmato con tutte e due le mani la mia sentenza di morte...

SCHEDA EDITORIALE

Rassegna Stampa

Il cittadino, prima pagina

Articolo sul Cittadino