Collane

Sotto la lente

Raccoglie testimonianze e reportage su popoli che vivono in aree critiche del pianeta, in regioni, normalmente dimenticate dai media, devastate da conflitti o immerse in situazioni socioeconomiche lesive della dignità. 

Romanzi Storici

L'intento della collana è quello di analizzare attraverso la narrativa, il romanzo per essere precisi, un'era fondamentale della storia dell'uomo: l'epoca moderna e quella contemporanea. Due grandi epoche storiche che rappresentano una fase lunga secoli, attraversata da conquiste filosofiche e scientifiche, sociali e di genere, ma anche da conflitti che hanno inciso profondamente il senso dell’attualità, il mondo contemporaneo, le evoluzioni del pensiero sia in senso etico che razionalistico.  

I Melograni

Collana di narrativa sociale contemporanea. Spesso con disincanto, ironia e sfacciataggine tratta di tempi quali l'immigrazione, lo sfruttamento, l'emarginazione...

 

FREGOLE e TRIESTINITA'

Tutto il mondo di Trieste, dalla Grammatica del dialetto agli albi illustrati! 

Piccole briciole di pane ci riportano a casa, verso luoghi familiari e antichi sapori. Le fiabe classiche tradotte, rivisitate e ambientate nella bella città di Trieste. 

Gli Invisibili, l'ombra degli aborigeni in Australia

Gli Invisibili, l'ombra degli aborigeni in Australia

Collana: Sotto la lente
Prezzo: 15.00 €   (Spedizione gratuita)
Aggiungi al carrello | Vai al carrello | Vai alla cassa

Un viaggio, la ricerca di un incontro, il desiderio di conoscere la cultura millenaria e lo spirito di un popolo sviluppatisi nella solitudine australiana ed oggi ridotti a cenere, ombre, fantasmi. Mateusz Marczewski ha vagabondato per un anno attraverso l'Australia, dalla realtà urbana di Sidney alle paludi della terra di Arnhem e al deserto intorno ad Alice Springs. Racconta di un popolo in disfacimento, ormai quasi privo della propria anima, apparentemente rassegnato a nessun futuro, in realtà in attesa che l'avvenire si realizzi da sé, che il proprio destino si manifesti. Così è avvenuto in passato, così accadrà in futuro. 

Gli aborigeni hanno vissuto per secoli in totale isolamento, unici abitanti di un continente sconosciuto, fuori dal mondo. Rapportarsi con una natura selvaggia era l'unica preoccupazione, sopravvivere ad un ambiente ostile era la sola necessità. Il contatto con un'altra civiltà, prevaricatrice e violenta, li ha colti impreparati, privi di alcuna capacità di relazione, di difesae d reazione. Il mondo dell'uomo bianco li ha travolti. Un tempo con la forza delle armi ed i tentativi di imposizione culturale, oggi con l'esclusione sociale e il vizio dell'alcool. 

Marczewski li ha avvicinati, ne ha superato la diffidenza ed ottenuto la fiducia. Nelle sue parole si avvertono gli echi di miti e leggende destinati all'oblio. Attraverso il suo sguardo si scrutano vite prive di alcuna prospettiva. Nessun riscatto, nessuna reazione. Un mondo che svanisce, un popolo invisibile.